Estrazione dei Talenti

Logo Estrazione dei Talenti
Logo Unione EuropeaLogo MISELogo Regione PugliaLogo PORLogo ARTI Puglia

Semplificazione e innovazione digitale

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge di conversione (Legge n. 120/2020), che ha convertito il Decreto Legge 16 luglio 2020 n. 76 “Semplificazione e innovazione digitale”, diviene operativo l’insieme di norme che ha il fine di ridisegnare la governance del digitale, accelerare la digitalizzazione dei servizi pubblici e semplificare i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione anche in ottica di diffusione della cultura dell’innovazione e superamento del divario digitale, con un’attenzione anche all’accesso agli strumenti informatici delle persone con disabilità.

Cosa è il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID)?

E’ il sistema che garantisce a tutti i cittadini un accesso unico, sicuro e protetto ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti.

L’identità SPID è rilasciata dai Gestori di Identità Digitale (Identity Provider), soggetti privati accreditati da AgID che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. Puoi richiedere l’identità SPID al gestore che preferisci e che più si adatta alle tue esigenze. Il gestore, dopo aver verificato i tuoi dati, emette l’identità digitale, rilasciando le credenziali.

Il gestore cui ti rivolgerai ti chiederà, oltre ad un documento di identità valido, anche la tessera sanitaria o, qualora non ne avessi diritto, il tesserino del codice fiscale.

Nel novembre 2019 tutti i Gestori di Identità Digitale si sono impegnati a fornire per sempre le credenziali SPID di livello 1 e 2 ai cittadini gratuitamente.

Clicca qui per richiedere SPID

Cosa è la carta d’identità elettronica (CIE)?

E’ il documento di identificazione emesso dal Ministero dell’Interno che, attraverso l’integrazione delle più avanzate tecnologie disponibili, coniuga in un unico strumento elementi di sicurezza fisici e digitali per assicurare il massimo livello di garanzia e accuratezza nei processi di accertamento dell’identità delle persone. Dotata delle più avanzate tecnologie di sicurezza e anticontraffazione, tra cui un microchip contactless, la CIE è il più sicuro e versatile strumento per la tutela dell’identità fisica e digitale dei cittadini.

Clicca qui per conoscere come richiedere la tua CIE

Cosa cambia per le Factory?

Fino al 30 settembre 2021, gli utenti che si sono già registrati prima dell’1 marzo 2021 (referenti, esperti, coordinatori dei servizi, ecc.) potranno effettuare il login utilizzando le credenziali username e password già in loro possesso. A partire dall’1 ottobre 2021, però, essi dovranno obbligatoriamente effettuare l’autenticazione utilizzando esclusivamente SPID o la carta d’identità elettronica.

A partire dall’1 marzo 2021, i nuovi utenti che saranno coinvolti dalle Factory (referenti, esperti, coordinatori dei servizi, ecc.) dovranno obbligatoriamente autenticarsi sulla piattaforma web Estrazione dei Talenti utilizzando esclusivamente SPID o la carta d’identità elettronica.

Casa cambia per i Team?

Fino al 30 settembre 2021, i referenti e i componenti dei Team che si sono registrati prima dell’1 marzo 2021 potranno continuare ad effettuare il login utilizzando le credenziali username e password già in loro possesso. A partire dall’1 ottobre 2021, però, essi dovranno obbligatoriamente effettuare l’autenticazione utilizzando esclusivamente SPID o la carta d’identità elettronica.

A partire dall’1 marzo 2021, i referenti e i componenti dei nuovi Team dovranno obbligatoriamente autenticarsi sulla piattaforma web Estrazione dei Talenti utilizzando esclusivamente SPID o la carta d’identità elettronica.

Solo i cittadini degli altri Paesi appartenenti all’Unione Europea che non risiedono in Italia potranno continuare ad utilizzare le credenziali username e password fornite dalla piattaforma web Estrazione dei Talenti anche dopo il 30 settembre 2021, salvo eventuali nuove disposizioni da parte dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID).